Il nutrimento delle emozioni

Il nutrimento delle emozioni

Sarebbe impossibile elencare, e soprattutto raccontare, le numerose commistioni che vedono fondersi l’universo del cibo con il cinema e la letteratura. Eppure, reduce forse da incontri ravvicinati con numerosi Foodies capitolini, mi è venuto in mente che la commistione tra questi apparentemente distanti universi non sia assolutamente campata in aria come si potrebbe pensare.

Il foodies che indifferentemente ricerca i particolari prodotti della terra, un ristorante innovativo, un intramontabile piatto tradizionale, come potrebbe non riporre attenzione nella scelta di un libro da leggere e nella visione di un determinato film? L’idea di base di questo ragionamento è in realtà molto semplice: la qualità, una volta conosciuta, la si applica ad ogni campo della vita. Con qualità intendo il senso critico, la volontà di fruire di un qualcosa che possieda una valenza artistica o culturale degna di nota, senza per questo trascendere in derive intellettualistiche o snob.

Sarà per questo che l’altro giorno vedendo un film dei primi anni ’90 ho pensato a quante emozioni possa donare il cibo se visto come una vera e propria forma di espressione della persona che cucina. Il film in questione è Come l’acqua per il cioccolato” (Como Agua Para Chocolate) di Alfonso Arau. La storia, tratta dal libro di Laura Esquivel, racconta, sospesa tra realtà e fantasia, di una donna che può esprimere i propri sentimenti per l’uomo amato soltanto attraverso il cibo che giornalmente gli prepara. In questo modo la cucina e le sue pietanze diventano un vero e proprio mezzo per veicolare oltre al gusto anche le emotività che sono sottese alla loro preparazione.

In fondo, nel nostro piccolo, con quanto affetto e particolare emozione ricordiamo i piatti che venivano preparati durante la nostra infanzia? Siamo proprio sicuri che fossero cosi buoni? In realtà questo tipo di valutazione non ci interessa neanche, perché il ricordo, misto alla magia del passato, ha creato in noi una serie di suggestioni legate a quei piatti che neanche il tempo saprà indebolire.

Ed è questo il senso del film, legare al cibo una sensazione, una percezione.

Mangiare con la bocca e gustare con il cuore.

I panini Negroni

Tutte le idee, trucchi e segreti per rendere speciale un panino

panino farcito con Salame Milano, melanzane fritte, mozzarella e basilico

Salamis: il panino con Salame Milano, melanzane fritte, mozzarella e basilico

Amigo con pane integrale prosciutto cotto, peperoni e provola

Amigo: panino con prosciutto cotto, peperoni grigliati e provola affumicata

Club sandwich ricetta light

Panini farciti light: le ricette bilanciate per gli sportivi

Le ricette Negroni

Pranzo in spiaggia

Pranzo in spiaggia: le ricette fresche ed estive

Ricette estive veloci

5 ricette estive veloci pronte in 10 minuti

panino classico con prosciutto cotto

Panini con il prosciutto cotto, tutte le ricette | Negroni

Crocchette di pane e cubetti di cotto

Crocchette di pane e cubetti di cotto

Patatine arricchite con formaggio e cubetti di pancetta croccanti

Patatine formaggio e cubetti di pancetta croccanti

Cena veloce insalatona

Cena veloce ed economica: 10 ricette facilissime

Hot dog con senape Negroni iStock

Come cucinare i wurstel: 5 metodi originali​

Pagnottielli, i panini napoletani

I Pagnottielli, la ricetta tradizionale campana

Tramezzino tagliato su tavolo ufficio

Pranzi da portare a lavoro: 5 ricette da gustare fredde​

Cena veloce in 10 minuti, le ricette facili

Cena veloce in 10 minuti, le ricette facili

Pasta amatriciana ricetta guanciale

Pasta all'amatriciana con guanciale, pecorino e peperoncino

Pinsa con bresaola, mele, maionese, Bitto e cipolla fritta

Pinsa con bresaola, mele, maionese, Bitto e cipolla fritta

FacebookFacebookFacebookFacebook