And the winner is…cinema e salumi!

And the winner is…cinema e salumi!

Questa volta vogliamo sorprendervi, lasciandoci ispirare dal cinema come arte culinaria…

Il cibo è uno di quegli elementi costantemente presenti nel cinema e il suo utilizzo può essere inteso in vari modi…  cibo come icona della nostra identità nazionale o familiare, cibo come realismo e specchio della vita quotidiana, cibo sulla tavola dei ricchi o quello sulla mensa misera dei poveri…

Noi abbiamo provato a far sfilare, in puro stile “cerimonia degli Oscar”, una coppia perfetta: cinema e salumi.

Chi non ricorda il film di Mario Monicelli “La Mortadella”(1971)? Protagonista, oltre alla fantastica Sophia Loren e al bravissimo Marcello Mastroianni, il noto insaccato bolognese. Così Maddalena, una napoletana operaia in un salumificio in viaggio per raggiungere il marito a New York, si vede requisire alla dogana l’adorata mortadella – uno dei tanti regali di nozze – a causa di una legge locale che vieta l’importazione degli insaccati. I doganieri risolvono l’arcano caso mangiandola!

E alzi la mano chi non ha visto la magistrale interpretazione di Totò nel capolavoro di ScarpettaMiseria e nobiltà” (1954)? In questa versione cinematografica Totò applica la nota arte di arrangiarsi per sostenere la sua famiglia. In questo film, c’è una scena deliziosa e paradossale in cui Pasquale/Totò decide di “permutare” il suo sovrastimato paltò in cambio di una lista infinita di vivande appetitose, tra cui una salsiccia succulenta con cui fare il sugo.

Ancora, in Napoli milionaria” (1950), per la regia di Eduardo De Filippo, Totò nella parte di Pasquale Miele, colto dalla fame, mangia in una trattoria la sua pagnotta contenente più di una pietanza; e, sempre in questa sceneggiatura non possiamo non ricordare la scena del pranzo a guerra finita: tutti i commensali siedono ad un tavolo “troppo sfarzosamente imbandito”. Totò nei suoi film sottolinea il suo rapporto con il cibo, e non solo con scene di pietanze abbondanti o misere, ma anche con le stesse battute che l’attore nelle sue pellicole fa a proposito della fame.

La fame è anche il motore che spinge due artisti teatrali goffi e senza talento, a rubare dei salami in “Polvere di Stelle”, un film del 1973 di Alberto Sordi.

Altro film in cui compare una scena emblematica legata alla salumeria è “Il divorzio” (1970) di Romolo Guerrieri, con Vittorio Gasmann, dove una salsiccia si trasforma in rosario.

Il Prosciutto dà il nome, invece, al film dell’iberico Bigas Luna, “Prosciutto Prosciutto” (1992). La vicenda si snoda attorno al morboso attaccamento di Conchita per il figlio Josè Luis, innamorato della bella ma povera Silvia, poco gradita alla madre del ragazzo. Per allontanare Silvia da Josè Luis, Conchita assolda Raul, un rozzo magazziniere di un deposito di prosciutti, affinché la seduca. La vicenda si conclude con una lotta a colpi di prosciutto tra Raul e Josè Luis.

Si ricordi poi The Big night” (1996) di Scott e Tucci, la vicenda si sviluppa in America, negli anni Cinquanta. Due fratelli italiani approdano negli Stati Uniti in cerca di fortuna e qui, rilevano un ristorante cercando di risollevarlo dalla bancarotta. Sfortunatamente gli affari vanno rovinosamente, non solo perché la clientela è composta prevalentemente da nullatenenti, ma soprattutto a causa della spietata concorrenza di un altro emigrato, l’anziano Pascal, dedito alla criminalità e al racket degli altri ristoratori di zona. Verrà in loro aiuto proprio il loro concorrente, artefice della “big night”, una serata in cui si mescolano sapientemente musica e cucina, e il cui piatto forte è un timpano di maccheroni, un trionfo di carne di maiale, pancetta strutto.

Impossibile , infine, dimenticare il panino al salame di “La Felicità non costa niente” (2002) di Mimmo Calopresti. Il protagonista, alla ricerca della felicità dopo un incidente, comprende, grazie ad un sogno in cui assaggia un panino al salame, quanto poco ci voglia per essere felici.

I panini Negroni

Tutte le idee, trucchi e segreti per rendere speciale un panino

panino farcito con Salame Milano, melanzane fritte, mozzarella e basilico

Salamis: il panino con Salame Milano, melanzane fritte, mozzarella e basilico

Amigo con pane integrale prosciutto cotto, peperoni e provola

Amigo: panino con prosciutto cotto, peperoni grigliati e provola affumicata

Club sandwich ricetta light

Panini farciti light: le ricette bilanciate per gli sportivi

Le ricette Negroni

Pranzo in spiaggia

Pranzo in spiaggia: le ricette fresche ed estive

Ricette estive veloci

5 ricette estive veloci pronte in 10 minuti

panino classico con prosciutto cotto

Panini con il prosciutto cotto, tutte le ricette | Negroni

Crocchette di pane e cubetti di cotto

Crocchette di pane e cubetti di cotto

Patatine arricchite con formaggio e cubetti di pancetta croccanti

Patatine formaggio e cubetti di pancetta croccanti

Cena veloce insalatona

Cena veloce ed economica: 10 ricette facilissime

Hot dog con senape Negroni iStock

Come cucinare i wurstel: 5 metodi originali​

Pagnottielli, i panini napoletani

I Pagnottielli, la ricetta tradizionale campana

Tramezzino tagliato su tavolo ufficio

Pranzi da portare a lavoro: 5 ricette da gustare fredde​

Cena veloce in 10 minuti, le ricette facili

Cena veloce in 10 minuti, le ricette facili

Pasta amatriciana ricetta guanciale

Pasta all'amatriciana con guanciale, pecorino e peperoncino

Pinsa con bresaola, mele, maionese, Bitto e cipolla fritta

Pinsa con bresaola, mele, maionese, Bitto e cipolla fritta

FacebookFacebookFacebookFacebook