Ricette di Natale, fritti misti e sfizi per tutti i gusti

I fritti misti romani e tutto quello che potete usare per un antipasto sfizioso di Natale e di Capodanno.

40 Minuti 4 Persone
Ingredients: 
Ingredients List
Per l’impasto delle impanate siciliane: 
350 gr di farina di semola rimacinata 
200 gr di latte 
35 gr di margarina vegetale 
10 gr di lievito di birra 
5 gr di zucchero 
10 gr di sale
Per il ripieno: 
Salsiccia
Cavolfiore
Cipolle novelle 
Spinaci

Tra le ricette di Natale più golose non possono mancare gli antipasti a base di fritti misti e vari sfizi golosi, soprattutto se si vuole festeggiare con tanto gusto. I fritti misti e in generale gli antipasti che porterete in tavola, potete sceglierli tra le ricette più tradizionali della cucina italiana come se fosse un viaggio gastronomico grazie al quale scoprire nuovi gusti. Anche in questa occasione di festa, si possono scegliere i classici antipasti a base di taglieri di salumi e formaggi, voulevant al salmone e vari tipi di patè di prosciutto oppure di carciofi. 

A seconda delle diverse regioni, infatti, si usano ricette diverse per gli antipasti e spesso, soprattutto per la Vigilia di Natale o per il veglione di fine anno, si tratta di fritti. Quelli abruzzesi sono soprattutto fritti misti dolci, i fritti romani sono a base di verdure e caciotte e poi ci sono i fritti pugliesi e campani, a base di verdure e pesce. Non mancano gli antipasti di carne, uno su tutti, le impanate siciliane a base di salsiccia, cavolfiore e spinaci. Di sicuro i fritti misti saranno la portata preferitadai bambini, ma se volete potete usare tutte queste ricette per un aperitivo tra amici da servire durante quelle infinite partite a carte o tombolate tra i parenti. 

Per servire fritti misti e antipasti che lascino tutti a bocca… piena, potete fare un po’ di tutto, in modo da fare felici i vostri ospiti dal primo all’ultimo. Dopo tutte queste delizie, il menù di Natale tradizionale sarà la ciliegina sulla torta. 

Pettole pugliesi
Pettole pugliesi

La tradizione del Natale pugliese vuole le pettole ovvero frittelle di pasta lievitata fritta in abbondante olio più o meno farcita. Le pettole si mangiano calde e salate come antipasto, ma anche coperte con zucchero o miele come fine pasto. Per una ventina di pettole pugliesi vi serviranno:

- 250g di Farina bianca
- 6g di Lievito di Birra fresco
- 180ml di acqua tiepida
- Un pizzico di sale grosso
- Olio di semi

Fate sciogliere in una parte di acqua tiepida il sale grosso, il lievito nell’altra acqua che poi verserete al centro della fontana di farina setacciata. Lavorate bene l’impasto e lasciatelo riposare per circa un'ora in una ciotola coperta da pellicola e poi sistemata nel forno con la luce accesa. L’impasto dovrà raddoppiare. Per fare le pettole usate un cucchiaio con il quale prenderete l’impasto e con il dito bagnato fatelo scivolare nell’olio ben caldo. Togliete i fritti quando saranno dorati da entrambi i lati. Per personalizzare la vostra ricetta delle pettole, potete aggiungere all’impasto base quello che preferite: andranno bene cavolfiori, carciofi, formaggi, alici, olive e perché no anche della pancetta in cubetti!

Impanate (o panzerotti) siciliane
Impanate siciliane

Tra le ricette degli antipasti di Natale siciliani si usano diffusamente le impanate, dei calzoni farciti con salsiccia, cavolfiore, spinaci e cipolle novelle: sono una vera bontà. Ecco come prepararle:

Prima di tutto setacciate la farina, quindi aggiungete il sale e disponete il tutto a fontana. Fate sciogliere il lievito insieme allo zucchero in 50g di latte tiepido. Quando sarà sciolto unitelo alla farina e cominciate ad amalgamate tutto. Impastate bene quindi aggiungete la margarina fredda di frigo tagliata in pezzettini. Lavorate l’impasto fino ad ottenere una palla liscia che andrà lasciata a lievitare per un’ora coperta e tenuta al caldo. Trascorso il tempo necessario lavorate ancora un po’ e quindi staccate dei panetti da 100g circa. Stendete i panetti su una spianatoia infarinata per ottenere dei dischi. Al centro disponete il ripieno fatto con la salciccia insaporita in padella con il cavolfiore lessato, le cipolle novelle tagliate a pezzettini e gli spinaci lessati. Chiudete il disco e sigillatelo bene arrotolando i bordi. Con una forchetta fate dei buchini sulla pasta e mettete in forno per 15 minuti a 250°.

Baccalà fritto
Baccalà fritto

Tra i fritti misti romani di Natale c’è sempre il baccalà fritto. Semplicemente buonissimo il baccalà fritto, anche se non siete romani, diventerà la vostra ricetta preferita delle feste. 
La pastella è quella classica con farina, acqua fredda, olio e sale. Ecco le proporzioni necessarie per 800g di baccalà: 

- 4 cucchiai di farina bianca

- 1 cucchiaio di olio

- ½ dl di acqua
- Sale

Stemperate la farina nell’acqua fredda, aggiungete l’olio e il sale. Mescolate bene fino a che l’impasto non sarà ben liscio. Quindi lasciate riposare per un’ora. Tagliate il baccalà in pezzi di 3 cm circa, quindi asciugatelo e immergetelo nella pastella. Fate friggere in olio abbondante e ben caldo. Fate asciugare i fritti sulla carta assorbente da cucina, salate e servite ben caldi.

Cavolfiori fritti
Cavolfiori fritti

I cavolfiori fritti sono un classico dell’antipasto in varie zone d’Italia per la vigilia di Natale. Questa versione di cavolfiori fritti farà impazzire anche i bambini che certamente vorranno fare il bis. Anche in questo caso la pastella per i cavolfiori è quella classica, ecco gli ingredienti necessari:

- 1 cavolfiore
- 150g di Farina
- 200ml di latte
- 2 uova
- 30g di Parmigiano Reggiano grattugiato
- Sale
- Noce moscata

Per preparare i cavolfiori fritti prima di tutto pulite la verdura eliminando le foglie dure e il gambo, quindi tagliate via i fiori singolarmente e metteteli a cuocere al vapore per circa 5 minuti. I cavolfiori devono essere croccanti. Trascorsi i 5 minuti di cottura togliete i cavolfiori dal tegame e lasciateli raffreddare. Preparate la pastella separando i rossi delle uova dall’albume. Sbattete i rossi con il sale, unite il formaggio grattugiato, la farina e il latte, mescolate bene per eliminare tutti i grumi. Montate a neve i bianchi e uniteli al composto delicatamente. Fate scaldare dell’olio di semi in un wok o in una padella dai bordi alti, quindi prendete le cimette di cavolfiore, affondatele con una forchetta nella pastella e immergetele nell’olio. Asciugate  i cavolfiori in pastella sulla carta assorbente da cucina, salate e servite in tavola caldi.

Crema Fritta
Crema fritta

A dispetto del nome, la crema fritta è un piatto tipico delle Marche che viene servito come antipasto di Natale. Si tratta di crema pasticcera fritta che si mangia da sola o in compagnia di altri fritti misti come le olive ascolane, verdure o carne fritta. Se volete stupire tutti i vostri ospiti con un antipasto regionale davvero speciale, lanciatevi nella preparazione della crema fritta. Ecco gli ingredienti necessari:

- 1l di latte
- 1 scorza di limone
- 2 uova intere
- 3 tuorli d’uovo
- 350g di zucchero
- 300g di farina

Fate sobollire il latte con un po’ di scorza di limone, quindi sbattete le 3 uova intere con i 3 tuorli e aggiungete lo zucchero e la farina. Quando l’impasto sarà omogeneo dovete versarlo nel latte mantenendo il fuoco acceso ma a fiamma bassa. Continuate a mescolare per far rassodare la crema evitando tutti i grumi. Quando sarà pronta dovete stendere la crema su un piano di ceramica oppure su una teglia foderata con della pellicola da cucina. Fate in modo da creare una mattonella di crema di circa 2 cm di spessore. Stendetela e lisciatela quindi lasciatela raffreddare per un paio di ore. Non mettetela nel frigo altrimenti la crema si inzupperà di acqua. Quando si sarà ben raffreddata tagliate la mattonella formando dei cubetti o dei rombi. Ogni cubetto andrà infarinato, passato nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Scaldate dell’olio di semi per friggere e immergete i cremini fino a quando non saranno ben dorati. Servite ben caldi.

Prodotti Utilizzati

  • Salsiccia Napoli Dolce

Ingredienti

Ingredients: 
Ingredients List
Per l’impasto delle impanate siciliane: 
350 gr di farina di semola rimacinata 
200 gr di latte 
35 gr di margarina vegetale 
10 gr di lievito di birra 
5 gr di zucchero 
10 gr di sale
Per il ripieno: 
Salsiccia
Cavolfiore
Cipolle novelle 
Spinaci
Facebook Facebook Facebook Facebook

Le ricette Negroni

Tutte le idee, trucchi e segreti per rendere speciale un panino

Le ricette Negroni

Stinco all’orientale con salsa di soia e frutta secca

Stinco all’orientale con salsa di soia e frutta secca

Cotechino con purè di zucca e lenticchie alla paprica

I panini Negroni

Tutte le idee, trucchi e segreti per rendere speciale un panino

Panino di segale con Speck, burro e crauti

Panino di segale con Speck, burro e crauti