Pancake salati: storia di un mito

Pancake salati, la ricetta
Dall’Olanda, passando per l’America, ecco la vera storia dei pancake salati.

I pancake sono uno dei piatti tipici della colazione americana, buonissimi e invitanti, non sono altro che frittelle golose e dolci da assaporare insieme allo sciroppo d’acero, oppure a marmellata e crema al cioccolato spalmabile.

La ricetta originale dei pancake, queste gustose frittelle dallo spessore che varia dai 3 ai 5 mm, prevede la presenza di burro, farina, latte, vanillina, sale, zucchero e uova, eppure alcune varianti sono bene accette qualora si volessero realizzare di pancake salati. Perfetti per una colazione salata, per un brunch della domenica e per tante occasioni, i pancake salati vi permetteranno di fare un figurone durante una cena con i vostri amici.

La nascita dei pancake però, è da ricercarsi nell’antica Grecia: i famosi tanigantes (il nome deriva proprio dal tegame nei quali venivano cucinati), nel corso degli anni non hanno mai visto cambiati nella ricetta, sono rimasti gli originali e – udite, udite – hanno avuto successo in America, nonostante fossero europei.

Pancake salati, la ricetta da provare

L’emigrazione negli States da parte dei cittadini del Vecchio Mondo, ha fatto sì che questa prelibatezza arrivasse oltre Oceano e si diffondesse con facilità e successo. I pancake derivano dai Poffertjes olandesi e si differenziano da questi ultimi per la grandezza e per la presenza di sciroppo d’acero al posto dello zucchero a velo.

Inoltre, la ricetta europea – di utilizzo comune nei paesi anglofoni, tra cui Irlanda, Regno Unito e Olanda appunto –, non prevede l’utilizzo di lieviti chimici. In America, invece, la diffusione della classica ricetta prevede il lievito chimico per aumentare la dimensione.

La variante salata dei pancake è una novità molto recente che potrete utilizzare anche durante un attacco di fame o per realizzare una cena insolitamente speciale: prepararli sarà facilissimo e potrete addirittura scoprire tante varianti e ricette originali.

Non dimenticate di aggiungere un cucchiaio raso di sale ed eliminate la vanillina e lo zucchero, per il resto gli ingredienti saranno gli stessi. A questo punto, toccherà a voi decidere come condirli: provate con la Pancetta di Zibello 100% italiana, o con la Pancetta Coppata Negroni. Per gli amanti dei sapori vivaci invece, optate per uno sfizioso Speck della Alpi Negroni. Per rendere più originale il vostro pancake salato, aggiungete anche delle scaglie di formaggio stagionato, oppure uno spalmabile.

Tags: colazione, brunch

it

  Seguici!